La Biografia di Rudolf Steiner

fullsizeoutput_201c

Come insegna la scienza dello spirito antroposofica, la vita dell’uomo si articola in una serie di archetipi che vengono dispiegati in modo del tutto individuale nella biografia, da un lato secondo il destino individuale (il karma) e successivamente secondo il Libero Arbitrio. La biografia può quindi essere divisa in una successione di settenni, nove, che rappresentano l’eco del ritmo delle sfere planetarie nella loro Armonia delle Sfere nella vita umana. I settenni non solo sono il dispiegamento delle forze umane attraverso la sequenza dei pianeti nel Cosmo, ma sono anche la ricapitolazione delle epoche remote dell’evoluzione fino al raggiungimento dell’età matura in cui si esprime il principio creatore dell’Io, secondo la Legge di Ricapitolazione.

Tanto più l’anima umana attinge alla sua fonte, l’Io, tanto più la sua vita assume un significato archetipale seppur nella sua forma peculiare adatta al tempo, al luogo ed alla nazionalità in cui avviene l’incarnazione. Ponendo in parallelo lo sviluppo ideale dello sviluppo umano e quello della vita di Rudolf Steiner è possibile scorgere le forze spirituali di cui si fece man mano portatore cosciente nella sua vita spirituale.

☽ Luna – I° Settennio: Infanzia

il corpo fisico viene sviluppato nel primo settennio (0-7), che ricapitola l’Era Atlantidea. Prima della nascita, l’Io umano assume su di sé il suo stesso destino (karma) necessario alla sua evoluzione futura. Alla nascita fisica in poi, si sviluppa il corpo fisico. A tre anni il bambino percepisce se stesso come un “io” distinto dagli altri. In questo settennio il bambino è nell’Età dell’Imitazione, in cui l’essere del bambino tende a divenire un riflesso dell’ambiente che lo circonda, così come la Luna riflette tutti gli impulsi cosmici dei pianeti. Vengono impartiti gli impulsi morali che vengono ricevuti in Riverenza. La Bontà viene sperimentata entro la famiglia per cui il bambino dice a se stesso “Io mi sento amato e le persone sono buone”. All’inizio della sua esistenza l’uomo è Figlio di Madre Natura.

1861–1867: Il 25 febbraio comincia la sua discesa sul piano terrestre colui che verrà chiamato Rudolf Joseph Lorenz Steiner a Kraljevec, in Croazia, vicino al confine con l’Ungheria, ed allora parte dell’Impero Austriaco. Rudolf viene battezzato solo il 27 febbraio, talvolta indicata come la data di nascita stessa. Il padre lavora come operatore telegrafico per le ferrovie austriache, dunque la famiglia si sposta in diversi luoghi in Austria, a seconda della richiesta di lavoro.

☿ Mercurio – II° Settennio: Giovinezza

Il corpo eterico viene sviluppato nel secondo settennio (7-14), che ricapitola l’Epoca Paleo-indiana. Si sviluppa il corpo eterico e con essi i processi fisiologici fondamentali, il cambio dei denti è l’evento principale che determina il distacco dall’aura eterica della madre. È l’Età dell’Identificazione, in cui l’essere del ragazzo tende a ricercare l’autorità negli adulti che ne diano un esempio. Si sviluppa la Fede come una Forza Vitale che muove il giovane a credere in se stesso, nel prossimo e nel mondo. La Bellezza viene goduta appieno quale fondamento della vita. Dall’inconscio si fanno strada le forze della natura che fanno sì che il ragazzo sia compartecipe del mondo così che “Tutto è meraviglioso!”.

1868: Steiner vede l’essere disincarnato della zia, del cui trapasso nessuno era conoscenza nella famiglia. La zia chiede aiuto al piccolo Rudolf, la cui visione astrale da quel momento si dispiega in tutta la Natura, vivendo in comunione con gli esseri elementali.

1869–1870: Un bambino dall’intelligenza inusuale, abbisogna di lezioni di sostegno per venir inquadrato nel sistema scolastico dell’epoca. Il suo tutore gli fa scoprire da un lato l’amore per la geometria, dall’altro quello per il disegno, così che la forma pura e la rappresentazione della forma stessa.

1871–1872: Nonostante i genitori non siano religiosi, Rudolf diventa chierichetto. Il sacerdote della chiesa gli fa conoscere la differenza tra la cosmologia eliocentrica e geocentrica. L’elemento cosmico viene in comunione con quello rituale, nel momento in cui Rudolf serve alla Messa, ai Funerali e alla processione del Corpus Christi.

1873–1875: In questo periodo impara da solo, al di fuori dell’ambito scolastico, gli elementi avanzati della matematica e della geometria, sperimentando le idee pure rappresentate dai simboli matematici.

♀︎ Venere – Adolescenza

Il corpo astrale viene sviluppato nel terzo settennio (14-21), che ricapitola l’Epica Paleo-persiana. Si sviluppa il corpo astrale e con essi i processi animici fondamentali. Nasce l’anima senziente e sopraggiunge così la pubertà, che determina il distacco dall’aura astrale della madre. Comincia l’Età dell’indipendenza, in quanto nell’adolescente si sta formando una vita interiore autonoma. La Ribellione serve a ricercare una propria identità con nuovi valori rispetto a quelli ricevuti dalla famiglia: si sviluppa il Giudizio Personale, e nasce la voglia di acquisire conoscenze sul mondo. Così la Verità viene recepita sotto forma di concetti ed idee, a dire così “Io giudico per me stesso!”.

1877–1878: Rudolf scopre la Critica della ragion pura di Kant che diventa il suo libro più caro. A partire da questo libro, studierà psicologia e filosofia che potrà finalmente coltivare appieno con il trasferimento della famiglia a Vienna. Il suo scopo diventa dunque trovare una via che possa unire l’Io umano all’essere della Natura.

1879: Si iscrive all’Università Tecnica di Vienna grazie ad una borsa di studio, all’epoca al centro del movimento positivista nelle scienze. Qui può apprendere matematica, fisica, geologia, mineralogia, botanica, zoologia. Studia nel frattempo anche materie umanistiche: storia, letteratura, filosofia. I suoi professori sono Karl Julius Schröer (tedesco e letteratura) che divenne il suo mentore, Edmund Reitlinger (fisica), Robert Zimmerman (estetica) e Franz Brentano (filosofia).

1880: Incontra l’erborista paracelsiano Felix Koguzki, la cui conoscenza esoterica della Natura gli permetterà di acquisire conoscenze sulle cure naturali, nonché sul rapporto tra gli esseri elementali e l’uomo. Poco più tardi Steiner scoprirà la verità dietro la sua identità.

1881: Durante una notte insonne, una sola frase di Schelling balenava nella sua mente: “Entro ognuno alberga un segreto, la meravigliosa capacità di risalire la corrente del tempo – da ciò che è rivestito del sé in tutto ciò che ci viene incontro da fuori – di scrutare in noi stessi nel nostro essere più intimo, nell’immutabile forma dell’Eterno.” Rudolf comprende che quella frase descrive la sua capacità occulta di attingere alle idee cui la filosofia idealista tedesca dava forma nei concetti. Rudolf da quel momento entra in contatto con diverse personalità del panorama filosofico che cominciano a inviargli i loro libri, che Rudolf studia con ardore.

1882–1883: Koguzki si rivela quale emissario di un alto iniziato, il Maestro Christian Rosenkreutz, che potrebbe essere identificato con Alois Mailänder. Gli viene rivelato che il tempo ha due correnti, una discendente evolutiva, che dallo spirito va verso la materia, ed una involutiva, che dalla materia risale di nuovo verso lo spirito, passando attraverso un punto di svolta centrale. Gli viene affidato il compito di arrivare a padroneggiare la conoscenza  delle scienze naturali del tempo e dunque la filosofia di Fichte, al fine di poter penetrare nello spirito.

☉ Sole – IV° Settennio: Giovane adulto

L’anima senziente viene sviluppata nel quarto settennio (21-28), che ricapitola l’Epoca Egiziana. L’Io si incarna nell’anima umana e attraverso il sentire viene formata l’anima senziente. Una volta che l’Io nasce nell’anima, il giovane entra nell’Età dell’Avventura, alla ricerca dell’esperienza personale. È a quest’età che avviene la Scoperta del Mondo, dicendo a se stesso “Io sperimento”.

1884–1887: Attraverso Schröer, viene affidato a Steiner il compito di curare gli scritti scientifici di Goethe per una nuova edizione. Successivamente gli viene affidato anche il collaborare all’edizione degli scritti di Goethe sul colore. I suoi commenti agli scritti di Goethe vengono lodati e lo rendono noto ad altri studiosi. Progressivamente Rudolf unisce la sua conoscenza delle scienze naturali a quella umanistica, un’unione che sperimenterà attraverso il processo di guarigione da una malattia che lo aveva colpito all’inizio del 1887. 

1888–1890: Rudolf è ormai un membro della vita culturale austriaca. Incontra Friedrich Eckstein, filosofo simbolista, alchimista e musicista, che già aveva adottato uno stile di vita vegetariano. Egli farà conoscere a Rudolf i testi alchemici ed esoterici, di cui commenteranno insieme le interpretazioni, nonché le diverse correnti spirituali dell’epoca, tra cui la Teosofia e la Massoneria del Rito di Kerning. Nel circolo teosofico di Marie Lang conosce personalmente il rosicruciano Franz Hartmann, e approfondisce le opere teosofiche ispirate dai diversi Maestri di Saggezza: l’opera di Madame Blavatsky (Maestri Saint-Germaine, Kuthumi e Morya), il Buddismo Esoterico di A.P. Sinnett (Maestro Kuthumi), nonché La Luce sul Sentiero di Mabel Collins (Maestro Hilarion).

☉ Sole – V° Settennio: Giovane adulto

L’anima razionale viene sviluppato nel quinto settennio (28-35), che ricapitola l’Epoca Greco-romana. L’Io forma attraverso il pensare l’anima razionale. Questa è l’Età del Lavoro sull’Esperienza, in cui il giovane adulto si trova a dover comprendere le esperienze fino a quel momento accumulate facendo esclusivo conto delle forze della natura che in lui lavoravano per produrre il suo corpo fisico, eterico ed astrale. l’Io che nasce entro l’anima razionale genera uno spartiacque tanto che può riconoscere la sua missione di vita per la prima volta. Le energie sono ora dedicate ad Organizzare la Conoscenza, tanto che la frase è “Io penso”. Intorno ai 33 anni il giovane adulto può cadere in una profonda crisi di depressione in cui tutti gli antichi valori muoiono, la cosiddetta Morte Mistica la cui frase è “Io Muoio e Divento”. Si tratta del cambio totale dell’andamento della propria vita, prima orientata dalle antiche forze della Natura ed ora orientata dalle nuove forze proprie dello spirito umano. Da questo momento finisce la fase discendente della vita verso l’incarnazione e comincia la fase della vita ascendente verso lo spirito.

1891–1983: Conclude la sua tesi di dottorato, in cui espone la base della sua epistemologia e che successivamente formerà la base per la sua Filosofia della Libertà (1983). Conosce il movimento femminista attraverso Rosa Mayreder (1858–1938), che diviene una sua cara amica. Successivamente si sposta a Weimar per lavorare sull’Archivio Goethe-Schiller, dove continua il suo lavoro di studio dei testi di Goethe. A Weimar incontrerà anche Anna Eunike, che diventerà in seguito sua prima moglie.

1894–1987: Steiner incontra la sorella del filosofo Nietzsche, di cui comincia a studiarne le opere, avendo accesso al manoscritto non ancora pubblicato dell’Anticristo. Lo incontrerà una sola volta nel letto della clinica dove era ricoverato, con la madre del filosofo che lo accudiva come un bimbo. Steiner comprenderà Nietzsche quale antico iniziato incarnato in un mondo materialista, che ha rivestito le conoscenze misteriche in guisa di filosofia positivista, conducendolo dunque alla pazzia. Incontra anche il biologo evoluzionista Ernst Haeckel (1834–1919), nonostante fosse considerato il propugnatore delle idee darwiniane nel Continente, il suo scopo era più ambizioso: trovare la prova scientifica dell’idealismo tedesco nella teoria dell’evoluzione. Divenne così il fondatore della filosofia monista e propugnatore della teoria della ricapitolazione che, intesa nella sua dimensione spirituale, sarà il caposaldo di tutta la cosmogonia esoterica di Steiner. Steiner pur non sposando la filosofia del monismo materialistico, difenderà l’interpretazione dei principi evolutivi di Haeckel, in quanto, se portati alle loro logiche conseguenze, superavano il materialismo arrivando alla Soglia del Mondo Spirituale.

☉ Sole – VI° Settennio: Maturità

L’anima cosciente viene sviluppata nel sesto settennio (35-42), che equivale all’attuale Quinta Epoca Post-atlantica. L’Io forma attraverso il volere l’anima cosciente. In quest’Età Oscura della Solitudine, l’adulto sta ricostruendo il suo mondo sul fondamento dei nuovi valori individuali. Viene finalmente apportato qualcosa di totalmente nuovo nel mondo grazie a questo impulso di Resurrezione. L’adulto necessita di entrare in Azione e assumersi le sue Responsabilità, e si ripete “Io farò!”. Tanto il lavoro quanto le responsabilità permettono all’adulto di incontrare se stesso attraverso il prossimo che si pone davanti a lui con una domanda che corrisponde alla risposta nella sua anima cosciente.

1898: Si trasferisce a Berlino dove diviene attivo nei circoli letterari, filosofici e politici. Si schiererà con Dreyfus nell’omonimo Affare. È in questo periodo che scrive un articolo sulla fiaba di Goethe Il Serpente verde e della bella Lilia, che attrae l’interesse dei membri della Società Teosofica.

1899–1900: Steiner comincia ad avvicinarsi al cristianesimo in modo del tutto diverso dal passato: ne comprende lo sviluppo spirituale nel corso della storia dell’umanità, in forma conoscitiva cosciente. Poco prima dell’entrata nel XX secolo, Steiner viene messo alla prova spiritualmente, così che riesce a rendersi partecipe del Mistero del Golgotha “in una profonda e solenne celebrazione della conoscenza.” Questo momento in cui vivrà l’Eterno Presente sarà fondamentale nell’espressione di tutta l’opera successiva, in quanto lo identificherà come quel Punto di Svolta dei Tempi per cui la corrente dell’evoluzione dallo spirito alla materia ha invertito il suo corso, dalla materia allo spirito. Sperimenta così quella separazione tra le potenze dell’anima umana, pensare, sentire e volere, tale da portare l’anima umana verso l’abisso del materialismo. A questo punto Steiner viene invitato a tenere una conferenza sull’esoterismo di Goethe presso la Biblioteca Teosofica di Berlino. Poco dopo, incontra Marie von Sievers nel ciclo di conferenze I Mistici all’alba della vita spirituale dei nuovi tempi, che diventerà sua futura moglie.

1901: Marie von Sievers dal pubblico chiede a Steiner se la teosofia non abbia bisogno di  essere affiancata dall’esoterismo occidentale, incentrato sul Cristo. Avendo posto questa domanda, si apre davanti a Steiner la possibilità di intraprendere questa missione, così che quando entrerà nella Società Teosofica come capo della Sezione Tedesca, lo farà a condizione che Marie von Sievers possa lavorare con lui. La sua diviene una missione di redenzione della teosofia dall’esoterismo orientale. Comincia a tenere il ciclo di conferenze Cristianesimo quale fatto mistico, poi pubblicato come libro l’anno dopo, ricollegando gli Antichi Misteri ed i loro iniziati al cristianesimo esoterico.

1902–1903: Steiner entra nella Società Teosofica su invito di Wilhelm Hübbe-Schleiden con l’incarico di Segretario della Sezione Tedesca. Al Congresso Teosofico di Londra, ed in altre manifestazioni internazionali, incontra insieme a Marie von Sievers diverse personalità del movimento: G.R.S. Mead, A.P. Sinnett, il Colonnello Olcott ed Annie Besant e sarà quest’ultima a invitare Steiner nella Scuola Esoterica della Società Teosofica. Comincia la sua intensa attività di conferenziere.

1904: Steiner comincia a scrivere articoli per la rivista Luzifer-Gnosis che verranno poi riuniti nei testi L’Iniziazione e la Cronaca dell’Akasha. tiene le prime conferenze sulla massoneria, in particolare sugli Alti Gradi derivati da John Yarker e rappresentati da Theodor Reuss e Karl Kellner, che nella sua visione possiedono una struttura solida nella quale è possibile inserire un impulso evolutivo in sintonia con la sua attività esoterica occidentale.

♂︎ Marte – VII° Settennio: Piena maturità

Il primordio del Sé Spirituale viene sviluppato nel settimo settennio (42-49), che prefigura la Sesta Epoca Post-atlantica. In questo settennio l’Io comincia a lavorare attraverso il corpo astrale per formare ciò che nel lontano futuro sarà il primo dei tre aspetti dello spirito, il Sé Spirituale. È la ricapitolazione cosciente del Settennio di Venere (14-21 anni), in cui la Verità viene vissuta nelle cose ed eventi, il Giudizio si concretizza quale conoscenza pratica nell’azione. La Verità si manifesta attraverso l’individualità umana, che dunque può uscire nel mondo e divenire noto pubblicamente per il suo lavoro originale. Per fare ciò è necessario sviluppare la Coscienza Immaginativa, ovvero il pensare per immagini simboliche che presuppone il riconoscimento degli archetipi nelle immagini, nei sogni, nei simboli e così via.

1905: Steiner si concentrerà solo sulla sua attività teosofica, introducendo sempre di più l’esoterismo occidentale nell’ambito delle sue conferenze così come nella Scuola Esoterica, in cui viene fatto un parallelismo con l’esoterismo orientale al fine di giungere ad una sintesi. Steiner vuole stabilire una continuità tra gli Antichi Misteri e la nuova forma teosofica, dunque insieme a Marie von Sievers partecipa ad una cerimonia nel Rito di Memphis-Misraim e diventano membri. Steiner si rende subito conto che pur essendoci una struttura simbolica valida, i poteri occulti si sono completamente ritirati dalle sue forme, che dunque devono essere rinnovate dall’interno attraverso una nuova forma dell’impulso originario.

1906: L’attività di conferenziere si fa sempre più intensa, così come il lavoro esoterico. A gennaio, Steiner riceve una patente dal Rito di Memphis-Misraim al fine di dirigere un Capitolo e Gran Consiglio con il nome di “Mystica Aeterna”. Steiner riceve i massimi gradi operativi 33°, 90°, 96°. Questa corrisponderà alla “Sezione del Culto Cognitivo” o “Servizio di Misraim” della Scuola Esoterica da lui diretta in seno alla Sezione Tedesca della Società Teosofica. In questo periodo conosce diverse personalità che verranno ammesse nel Servizio di Misraim: tra cui Eduard Schuré. Intorno a questo periodo riformula la scala dei 90 gradi del Misraim in quella in 9 + 1 gradi del Servizio di Misraim, poi trasferita nell’O.T.O di Reuss.

1907: A Febbraio Annie Besant succede ad Olcott alla guida della Società Teosofica di Adyar, come viene indicato dai Maestri: molti membri non sono d’accordo, ma Steiner sostiene la Besant. Nel frattempo Steiner organizza il Convegno di Monaco di Pentecoste, che riuniva tutte le Sezioni Europee della Società Teosofica. Il Convegno ha importanza è epocale: avviene qui la separazione tra l’esoterismo orientale, della Teosofia di Adyar, e quello occidentale, cristiano-rosicruciano della Sezione Tedesca diretta da Steiner. La Scuola Esoterica con il Servizio di Misraim escono dunque dalla direzione di Adyar. Tuttavia in questa fase Annie Besant è d’accordo con Steiner in quanto si presuppone che nella Società Teosofica possano coesistere l’esoterismo orientale ed occidentale, nella massima indipendenza ma in continuità. Nel Convegno di Monaco Steiner proclama “l’unità di arte, scienza e religione” nel segno di un rinnovato Rosicrucianesimo, capace di “infondere lo spirito nel mondo”: l’educazione, la società, l’arte, la scienza. L’impulso occidentale di Steiner assume sempre di più importanza sia esotericamente che essotericamente. Heindel (1865–1919) conosce Steiner a Berlino e viene ammesso al Servizio di Misraim, nonché alla prima Cerchia dei Dodici, i cosiddetti “Epopti degli Illuminati”.

1908: L’espansione del movimento teosofico in Germania è notevole, insieme all’attività di conferenziere di Steiner. In questo periodo si concentra sul cristianesimo esoterico nell’impulso di Giovanni Evangelista, con il suo Vangelo e l’Apocalisse. Heindel torna in America. Steiner cessa la collaborazione con Theodor Reuss, che dunque cercherà altrove i suoi collaboratori per l’O.T.O. In questo periodo Steiner comincia la collaborazione attiva con la Stella Matutina di Felkin.

1909: Viene pubblicata la summa cosmogonica, La Scienza Occulta, che si trovava già in nuce nel ciclo di conferenze fondamentale La Teosofia (Saggezza) dei Rosacroce: questo è il testo fondamentale che fa da cornice ai rituali ed al contenuto esoterico del Servizio di Misraim. A questo punto Steiner investiga con mezzi scientifico-spirituali i Bodhisattva e la questione del Maitreya Buddha, il principio di economia spirituale,  il lavoro delle gerarchie nel Cosmo e sulla Terra. Espande inoltre la sua concezione della dualità del Male, secondo Lucifero e Ahriman, con il ciclo di conferenze sul Vangelo di Luca, in cui viene comunicato la verità occulta dei due bambini Gesù. In Aprile viene posta la Pietra di Fondazione del Tempietto di Malsch, il modello per il Primo Goetheanum. Nel frattempo ad Adyar, Leadbeater scopre attraverso la sua chiaroveggenza Jiddu Krishamurti (1895–1986) dichiarandolo insieme alla Besant il cosiddetto “Maestro del Mondo”, il promesso Maitreya Buddha identificato con il Cristo tornato nella sua Seconda Venuta. In ottobre Steiner associa la parola “antroposofia” al suo movimento occidentale che comprende l’impulso rosicruciano.

1910: Steiner approfondisce la sua ricerca scientifico-spirituale sui Vangeli, in sintonia con le crescenti capacità di pensare nell’eterico. Durante un viaggio a Roma incontra Giovanni Colazza che veniva ammesso nel servizio di Misraim e nella prima Cerchia dei Dodici, come rappresentante italiano. Nel 1910 Steiner scrive il primo Dramma Mistero, La Porta dell’Iniziazione.

♃ Giove – VIII° Settennio: Maturità avanzata

Il primordio dello Spirito Vitale viene sviluppato nell’ottavo settennio (49-56), che prefigura la Settima Epoca Post-atlantica. l’Io comincia a lavorare attraverso il corpo eterico per formare ciò che nel lontano futuro sarà il secondo dei tre aspetti dello spirito, lo Spirito Vitale. È la ricapitolazione cosciente del Settennio di Mercurio (7-14 anni), in cui la Bellezza viene vissuta attraverso l’azione creativa, le Forze Vitali arrivano infatti a concretizzarsi in quest’Età Creativa. L’adulto può ispirare gli altri nell’Arte di Vivere, attraverso ciò che ha realizzato come impulso spirituale cosciente. Per fare ciò è necessario sviluppare la Coscienza Ispirativa, ovvero il pensare per parole che abbiano una loro qualità vivente, il che presuppone il riconoscimento degli archetipi nelle espressioni del suono, della musica e della parola. 

1911: È nel 1911 che comincia a lavorare al Calendario dell’Anima. Più penetra profondamente nelle sorgenti dell’esoterismo occidentale, più la crisi con la Società Teosofica si fa profonda. Nel gennaio 1911 viene fondato l’Ordine della Stella d’Oriente, che avrebbe dovuto riunire i membri riuniti attorno al presunto nuovo Maestro dell’Umanità. A marzo muore la moglie di Steiner, ed incontra Franz Kafka (1883–1924). Scrive il secondo Dramma Mistero: La Prova dell’Anima. A settembre incontra Friedrich Rittelmeyer, il pastore che fonderà la Comunità dei Cristiani. Sul Modello di Malsch e di Stoccarda, viene riunito un gruppo per la costruzione di ciò che sarà poi il Primo Goetheanum, inizialmente progettato a Monaco. Viene anche costruito il Tempio di Stoccarda, come metamorfosi del Tempietto di Malsch, proprio sotto la sede di della Società Teosofica, verrà poi distrutto durante il periodo nazista. Parallelamente viene fondato un gruppo che sarà il nucleo della successiva Società Antroposofica.

1912: Steiner scrive il terzo Dramma Mistero: Il Guardiano della Soglia. In quest’anno celebrerà per l’ultima volta il Giorno del Loto Bianco, l’anniversario della morte di H.P. Blavatsky. Steiner suggerisce il nome della nuova associazione indipendente dalla Società Teosofica, la Società Antroposofica. A settembre comincia il primo corso di Euritmia. In ottobre, Steiner nega il riconoscimento di una loggia Teosofica appartenente all’Ordine della Stella d’Oriente ed espelle tutti i membri che appartengono all’ordine, la loggia verrà dunque aperta direttamente da Annie Besant. Steiner visita la collina di Dornach con Marie von Sievers, e medita nel luogo dove sorgerà successivamente il Goetheanum. A dicembre Steiner dichiara  all’Ordine della Stella d’Oriente incompatible con la Società Teosofica da lui diretta. Il 28 dicembre viene fondata informalmente la Società Antroposofica a Berlino, collateralmente al Servizio di Misraim. Il Servizio di Misraim viene orientato interamente secondo l’indirizzo dei Maestri Occidentali e di Michael, divenendo così il Servizio di Michael. Il barone Arild Rosenkrantz (1870–1964), pittore formatosi in italia, che già si era unito alla Società Antroposofica a Londra, incontra Steiner personalmente.

1913–1914: La Sezione Tedesca viene espulsa in blocco dalla Società Teosofica. A febbraio viene  ufficialmente fondata la Società Antroposofica. I Maestri Orientali (Kuthumi e Morya), che già si erano ritirati al momento in Adyar promulgò la reincarnazione del Cristo e l’identificazione col Maitreya (nel 1909), passano il testimone ai Maestri Occidentali (Christian Rosenkreutz e Zarathustra-Gesù) attraverso Steiner. All’inizio di maggio del 1913 Steiner incontra A.E. Waite a Londra. A settembre viene posta la Pietra di Fondazione del primo Goetheanum e immediatamente comincia la sua costruzione. Viene completato il quarto Dramma Mistero: Il Risveglio delle Anime. Pur essendone stati concepiti sette, solo quattro vedranno la luce a causa dell’incendio del Primo Goetheanum del 1922. La ricerca scientifico-spirituale sui Vangeli culmina con il ciclo noto come Il Quinto Vangelo. Nel 1914 Steiner presagisce l’imminente Guerra Mondiale. Si sposa con Marie von Sievers. Interrompe il Servizio di Misraim poiché le condizioni di guerra non permettono gli incontri delle “società segrete” così come la collaborazione con la Stella Matutina di Felkin. La prima Cerchia dei Dodici viene disciolta anche in seguito al distacco di Heindel e alla fondazione della sua Rosicrucian Fellowship a Oceanside (1911). Nel 1914, a soli sette anni, muore il piccolo Theo Faiss, il “fanciullo solare”, ai piedi della collina di Dornach: con il suo corpo eterico proteggerà il Goetheanum nel suo sviluppo sul piano fisico per sette anni, fino al 1922, quando verrà dato alle fiamme.

1915–1916: Continua la costruzione del Goetheanum. Steiner concentra la sua ricerca scientifico-spirituale sul rapporto tra i vivi ed i morti. Nel 1916 comincia la collaborazione con la scultrice inglese Edith Maryon (1872–1924), membro della Stella Matutina di Felkin, per scolpire il Rappresentante dell’Umanità, il Cristo tra Lucifero ed Ahriman. Durante questa collaborazione, Steiner cadde da una scala e Maryon gli salva la vita fermando la caduta. Steiner collabora anche con l’alchimista Alexander von Bernus, al fine di interpretare in senso moderno le Nozze Chimiche di Christian Rosenkreutz.

♄ Saturno – IX° Settennio: Senilità

Il primordio dell’Uomo-Spirito viene sviluppato nel nono settennio (56-63), che prefigura la Sesta Era o dei 7 Sigilli. L’Io comincia a lavorare attraverso il corpo fisico per formare ciò che nel lontano futuro sarà il terzo dei tre aspetti dello spirito, l’Uomo-Spirito. È la ricapitolazione cosciente del Settennio della Luna (0-7 anni), in cui la Bontà viene vissuta attraverso il rapporto col prossimo. La Riverenza per le forze cosmiche e divine acquisisce una dimensione pratica, realizzando così la Fratellanza dello Spirito che si traduce in Comunità di Spirito. Per fare ciò è necessario sviluppare la Coscienza Intuitiva, ovvero il pensare per esseri viventi, il che presuppone il riconoscimento delle idee quali esseri viventi con cui si instaura una relazione umana. L’Amore arriva così a divenire una forza cognitiva.

1917–1918: Scoppia la Rivoluzione Russa e gli Stati Uniti entrano in guerra. Steiner risponde al crescente disfacimento della società europea con l’idea della Tripartizione dell’Organismo Sociale, che a sua volta è la proiezione sociale della Tripartizione dell’Organismo Umano. Come l’uomo possiede un sistema del capo, uno del tronco ed uno delle membra, così la società possiede un sistema culturale, uno economico ed uno giuridico che devono essere liberi nelle loro funzioni eppure interdipendenti nelle loro relazioni reciproche. L’idea della Tripartizione viene diffusa verso vari capi di stato da Otto von Lerchenfeld e Ludwig Polzer-Hoditz in un documento chiamato Memoranda. Nel 1918 Steiner dichiara che la soluzione del problema europeo è il completo rinnovamento culturale in senso rosicruciano come già dichiarato nel Congresso di Monaco del 1907. Emil Molt, capo della Waldorf-Astoria, marca di sigarette, chiede a Steiner di collaborare per creare una scuola che possa dare tali nuove basi alla società. La Prima Guerra Mondiale si conclude, dunque si hanno le condizioni per ripristinare il Servizio di Misraim e la seconda Cerchia dei Dodici.

1919–1920: Steiner si concentra nella diffusione della Tripartizione dell’Organismo Sociale, attraverso viaggi e conferenze. L’Antroposofia diventa sempre più una forza sociale e culturale attraverso cui un rinnovamento culturale diviene possibile, attraverso la molteplicità delle sue iniziative: arte (con la prima rappresentazione di Euritmia a Zurigo), scienze, medicina e agricoltura. La base di tutto diviene la pedagogia. Nel 1920 vengono aperte tre nuove scuole Waldorf. L’impulso antroposofico arriva anche nell’ambito economico. Johannes Werner, fondatore insieme a Rittelmeyer della Comunità dei Cristiani, chiede a Steiner di rinnovare anche l’ambito religioso secondo la Chiesa di Giovanni. Il lavoro rituale che era stato condotto nell’ambito del Servizio di Misraim da un lato viene riversato nell’euritmia (arte) e dall’altro nella Comunità dei Cristiani (religione).

1921: Steiner cerca di coinvolgere le università in questo rinnovamento, con de corsi universitari su diverse branche: astronomia, matematica, fisica, medicina. Dà anche i primi corsi ai teologi della futura Comunità dei Cristiani. Si forma un “movimento dei giovani” all’interno della Società Antroposofica che dunque ha nuove istanze animiche  rispetto ai membri della vecchia guardia. A giugno apre la prima clinica di medicina antroposofica ad Arlesheim, adiacente a Dornach, sotto la direzione di Ita Wegman. Ad agosto apre un laboratorio di rimedi antroposofici. Il pittore Herman Linde lavora ai motivi pittorici delle due cupole del Goetheanum. Tra novembre e dicembre vista Oslo dove dichiara il Culto Cognitivo dissolto, ma nonostante ciò diversi membri vengono accettati nello spirito della vecchia organizzazione, il Servizio di Misraim. Diverse logge del Nord Europa, così come un certo numero di membri selezionati, continueranno comunque a lavorare col Servizio di Misraim almeno fino agli anni ’60, anche al Goetheanum, inizialmente sotto la direzione di Marie Steiner, che morì nel 1948.

1922: Si intensifica l’attività di conferenze di Steiner, così come quella delle rappresentazioni di Euritmia. Continua a dare conferenze nelle diverse branche ed applicazioni della scienza dello spirito antroposofica. Il 31 dicembre il Primo Goetheanum viene dato alle fiamme per mano di un gesuita e passa dunque sul piano eterico. L’evento rende impossibile il completamento dell’arco dei sette Drammi Mistero nonché quello del contatto di Christian Rosenkreutz da parte della Cerchia dei Dodici. Il 31 dicembre 1022 viene dato alle fiamme il Primo Goetheanum.

1923: L’olocausto del Primo Goetheanum getta il movimento antroposofico nella depressione, che consegue nella dispersione di alcuni suoi membri. Herman Linde  non riesce a superare il trauma, “consumando” il proprio corpo eterico legato ai motivi pittorici del Primo Goetheanum, nel maggio del 1923 passa la Soglia anche Edith Maryon, del cui lavoro sopravvisse miracolosamente solo il Rappresentante dell’Umanità. Nonostante l’incendio, Steiner continua la sua attività indefesso. Egli deve riunire due correnti che scorrono nella Società Antroposofica: quella platonica e quella aristotelica, a loro volta riflesso di quella di Abele e Caino rispettivamente. Steiner dunque infonde un nuovo impulso attraverso il lavoro sulla ritmicità nel corso dell’anno, la fondazione e la vita delle comunità. Si dedica anche alla pittura di cui delineerà i fondamenti per un rinnovamento, secondo la teoria dei Colori di Goethe. Inseguito al fallito Putsch di Monaco da parte di Hitler, Steiner si trasferisce definitivamente a Dornach. A dicembre comincerà a scrivere la sua autobiografia, pubblicata in capitoli sulla rivista ufficiale della Società, Das Goetheanum. Tra dicembre e gennaio Rudolf Steiner organizza il Convegno di Natale dove rifonda la Società Antroposofica, a questo punto con 12.000 membri e finalmente si pone alla sua guida, insieme al Vorstand composto da: Marie Steiner, Ita Wegman (Sezione di Medicina), Albert Steffen (Sezione delle Belle Arti), Elizabeth Vreede (Sezione di Matematica e Astronomia) e Günther Wachsmuth (Sezione di . Con questa iniziativa Steiner lega il suo stesso corpo eterico a quello della Società. Il 25 dicembre viene posta la Pietra di Fondazione nel cuore dei membri stessi attraverso il rituale della Meditazione della Pietra di Fondazione.

♅ Urano – X° Settennio: Figlio degli Dei

L’uomo ha completato lo sviluppo dei primi nove settenni e dunque viene liberato dal karma di quell’incarnazione, diviene un “Figlio degli Dei”: entriamo dunque in pieno nel ritmo del Servizio di Misraim, il 9 + 1 (Gradi I°–IX° + X°). I successivi settenni, dai 63 anni in poi si svolgono in modo del tutto diverso rispetto a quelli precedenti. A 63 anni il destino (karma) di cui l’anima si è fatta carico si esaurisce del tutto. Le forze vitali della Natura così come quelle dei desiderio umano sono state completamente trasmutate e dominate dalle forze cosmiche di cui l’uomo si è fatto portavoce. È così che dopo i 63 anni l’uomo diviene Figlio degli Dei. Il Cosmo decreta così che “L’uomo è libero” di vincoli del destino di quella incarnazione. Si prepara così al passaggio attraverso la Soglia della Morte, in cui tornerà a vivere nel mondo spirituale.

1924: Steiner ha ora il compito di riformare la Società Antroposofica. Crea dunque una nuova Scuola Esoterica, la cosiddetta Prima Classe della Scuola (o Università) di Scienza dello Spirito, organizzata secondo un ciclo di 19 lezioni esoteriche. Questa avrebbe dovuto avere altre due classi, la Seconda e Terza Classe di natura rituale, cioè il rinnovato Servizio di Misraim, coltivato oramai solo da un selezionato numero di membri nel mondo, al cui capo vi sarebbe stata Marie von Sievers Steiner e Rudolf Steiner. Tuttavia la malattia e la morte di Steiner impediscono questo processo di restaurazione del Servizio di Misraim (le cerimonie vennero tuttavia condotte regolarmente sia nelle logge dell’Europa del Nord, che fino fagli anni ’60 al Goetheanum stesso). Steiner sceglie anche un nuovo linguaggio per l’antroposofia che possa essere diretto, pratico e fenomenologico. Crea il modello per il Secondo Goetheanum che viene concepito in cemento, come fosse il duro guscio del gheriglio eterico del Primo Goetheanum che ancora vive sul piano eterico. Si concentra sulla ricerca dei nessi karmici, fonda l’agricoltura biodinamica e la pedagogia curativa. Nell’estate attraverso un rituale trasferisce a Ita Wegman la guida della Scuola di Michael nonché il suo medaglione della Rosacroce. Verso metà dell’anno Steiner si ammala e per la prima volta, il 26 settembre, Steiner deve cancellare una conferenza. Il 28 settembre tiene la sua ultima conferenza sul piano fisico. Il 29 settembre si ritira nel suo studio nella falegnameria e qui viene curato ed accudito personalmente da Ita Wegman. Nel frattempo continua a scrivere la sua autobiografia e le lettere ai membri.

1925: Steiner finisce il ciclo sulla medicina antroposofica in collaborazione con Ita Wegman e il 30 marzo intorno alle 10:00 del mattino, passa la Soglia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...